Sanità, via anche il soccorso notturno del 118 a Campomarino

A Campomarino da qualche giorno il soccorso sanitario,  gestito e garantito dal 118 non è più H24 ma H12. A deciderlo i vertici dell’ASReM, si quelli che hanno ricevuto un bel premio produttività pochi giorni fa.

Motivazione secondo i vertici dell’azienda sanitaria regionale è la mancanza di personale che impedirebbe il servizio nelle ore notturne ragion per cui il servizio è garantito sul posto dalle 8 di mattina alle 20, e nelle ore notturne se ne dovrà occupare l’ambulanza del 118 di Termoli. Motivazione poco credibile in quanto il servizio è garantito dai medici di tutti i Pronto Soccorso del Molise. Questa decisione però creerà non pochi problemi, innanzitutto la mancanza di assistenza in ore serali e notturne in una zona che vede aumentare i propri residenti fino a triplicare,  e conseguentemente creerà seri problemi al servizio del 118 di Termoli che in ogni caso dovrà intervenire lasciando cosi sguarnito Termoli e altri comuni. Una decisione senz’altro in linea con il disegno di smantellamento della sanità pubblica a danno dei cittadini che in questo modo vengono privati di un servizio fondamentale. Come farà una sola ambulanza, quella di Termoli a far fronte a tutte le chiamate che della costa? E in caso di problemi o incidenti gravi cosa succederà? A cosa sono serviti i premi produttività ai vertici ASReM se tagliano servizi e chiudono reparti? Sicuramente la responsabilità di tutto questo è di tutti nessuno escluso, a partire dalla politica e dai dirigenti regionali della sanità lautamente retribuiti dai molisani.