Contratti Istituzionali di Sviluppo, i Comuni esclusi convocano una conferenza stampa

Sul Contratto Istituzionale di Sviluppo del Molise, insieme ad altri colleghi Sindaci andremo avanti per rivendicare le nostre ragioni, per chiedere di fare chiarezza su una gestione che ha molti aspetti non ben definiti, lo ha scritto il sindaco di Civitacampomarano, Paolo Emanuele sulla sua bacheca facebook. Domani alle ore 17.00 presso la sede del GAL Molise Verso il 2000, in Via Monsignor Bologna n. 15 Campobasso, faremo una conferenza stampa. I Comuni che, al momento, hanno sottoscritto il documento sono i seguenti: Acquaviva Collecroce, Casalciprano, Castelbottaccio, Castelmauro, Civitacampomarano, Colle d’Anchise, Guardialfiera, Mafalda, Mirabello Sannitico, Montecilfone, Montefalcone nel Sannio, Palata, Petacciato, Portocannone, Riccia, Roccavivara, San Felice del Molise, Sant’Elena Sannita, San Giacomo degli Schiavoni, San Massimo, Roccamandolfi, Tavenna, Torella del Sannio, Tufara.

Tante perplessità per i tanti sbandierati criteri di oggettività, circa la progettazione e la cantierabilita’, per non parlare dell’opinabile definizione di sviluppo…di alcuni, solo a leggere i titoli, non c’è alcuno degli elementi decantati ed intorno ai quali, anziché dire esplicitamente che sono state fatte scelte politiche, ci si arrocca con ostinazione nel difendere l’indifendibile. Non deve diventare una lotta per il campanile, chapeau a chi ha avuto l’opportunità di essere in questa prima fase…proprio in virtù che le risorse erano poche, se solo si fossero rispettati i criteri predicati, le cose sarebbero andate molto diversamente. Una pagina che poteva essere scritta in altro modo per il nostro territorio…o meglio per un quarto del territorio, visto che il resto non è stato proprio preso in considerazione. Non abbiate il coraggio di parlare di obiettività, abbiate onestà politica ed intellettuale di non narrare favole. Non siamo così fessi, abbiamo un’adeguata capacità ed intelligenza per evitare le “pennellate”. Complimenti vivissimi ai registi,…senza timore di smentita, aspetto il primo che vuole parlare di livelli di progettazione e cantierabilita’