Larino, nuova rottura dell’acquedotto molisano centrale stop all’acqua dal Matese

Per l’acquedotto molisano centrale, quello che dovrebbe portare l’acqua dal Matese sino a Termoli non c’è pace, ha subito un nuovo stop. Infatti, pochi minuti fa c’è stata la rottura del partitore posizionato nella zona del depuratore della diga del Liscione. Una rottura che a Molise Acque hanno definito “importante” e pertanto si è reso necessaria l’interruzione del flusso idrico proveniente dal Matese. Per chi non lo sapesse da una decina di giorni anche Larino era servita solo con l’acqua delle sorgenti del Matese, cosa che a questo punto, e non si sa per quanto tempo, non sarà più possibile. Insomma, un acquedotto nato male e che rischia di finire peggio, sono decine le rotture lungo tutto il tratto, parliamo di circa 115 km di linea, e che a quanto pare, nemmeno a Molise Acque riescono a districare la bruttissima matassa. Intanto migliaia di cittadini del basso Molise continuano a pagare incapacità e incompetenza di chi, pagato profumatamente, non svolge il suo lavoro all’interno dell’ente che gestisce le acque molisane. Non sappiamo in questo momento se ci sarà un’interruzione generale del flusso idrico o se nei serbatoi larinesi arriverà ancora l’acqua del Liscione, nelle prossime ore si saprà qualcosa in più.