Cercemaggiore, amministrazione a rischio si cerca assessore donna con un bando

Tanto parlare sulle quote rosa, parità di genere e via dicendo che addirittura l’amministrazione comunale di Cercemaggiore è costretta a pubblicare un bando per dare l’incarico di assessore a una donna, vista la carenza tra gli eletti. Insomma, la politica in Molise si è tutta “macha” e le amministrazioni rischiano di non iniziare il proprio lavoro per mancanza di quote rosa. Nonostante una sorta di esplorazione sia già stata fatta, nessuna delle donne soddisfava le richieste del Sindaco del centro fortorino, e cosi gioco forza ha dovuto pubblicare un bando.

“Visto che non tutte le offerte di collaborazione fin qui pervenute non sono state ritenute soddisfacenti, stando alla documentazione allegata, dicono dal comune. Saranno necessari quindi dei colloqui durante i quali il sindaco, Gino Donnino, dovrà verificare che le candidate assessore donne che hanno passato il primo turno abbiano: sottoscritto la presentazione della lista dello scrivente (il sindaco ndr); se del caso abbiano sottoscritto invece la lista avversaria; che abbiano presenziato al comizio elettorale del sindaco o del caso se invece abbiano partecipato al comizio dell’altro candidato sindaco. Oltre ad avere conoscenza e condivisione del programma amministrativo e le necessarie esperienze. E’ quanto si legge nell’avviso pubblico del comune molisano di Cercemaggiore del 6 agosto, il quale nelle scorse settimane, nel rispetto delle leggi sulle pari opportunità, aveva fatto un appello per cercare un assessore donna, figura mancante alla attuale Giunta”. Donne cercesi fatevi avanti.