Larino, Consiglio Comunale sulla sanità in basso Molise aperto al pubblico

Si è tenuto ieri sera il consiglio comunale di Larino, argomento all’ordine del giorno la sanità in basso Molise e nello specifico il futuro del Vietri. Un consiglio comunale affollato come non si era mai visto finora e che oltre a tanti cittadini di Larino ha visto la presenza dei comitati di Termoli e di Campobasso. La richiesta di cittadini e comitati è unanime, “vogliamo una sanità pubblica di qualità, che guardi alla vita dei pazienti e soprattutto che offra servizi di qualità”.

Questo in sostanza quanto emerge, seppur con posizioni diverse, alla discussione. Stessa posizione anche dell’amministrazione comunale, che ha fatto proprio una mozione presentata alcuni mesi da graziella Vizzarri del Germoglio e che in sostanza dice che “l’ex Vietri riacquisti dignità e identità giuridica. Alla luce dei fatti, l’attuale formula assistenziale ha impedito qualsiasi utilizzo di tipo ospedaliero e non ha fornito risposte soddisfacenti al territorio collegato a Larino, producendo solo un enorme dispendio di denaro pubblico, che comunque non ha avuto riscontri positivi. Una nuova classificazione si rende necessaria per il potenziamento dei servizi già attivi, quali Riabilitazione, UDI (Unità Degenza Infermieristica), Questa nuova forma, oltre a rafforzare le attività che già si svolgono, potrebbe portare all’attivazione di un centro di Primo Intervento. Questi sono i presupposti per poter iniziare a costruire una rete di servizi per il territorio e fronteggiare la mobilità passiva, che vede una migrazione di tanti cittadini molisani bisognosi di cure verso altre regioni, con sperpero di denaro da parte della Regione Molise. La mozione, che verrà più ampiamente argomentata durante l’assise, ha lo scopo di stimolare le istituzioni a fare tutto quello che è nelle proprie possibilità per cercare di rispondere al fabbisogno sanitario dell’intera area frentana”.

a margine del consiglio abbiamo incontrato nell’ordine il Presidente del consiglio comunale di Larino, Tonino Vesce, la rappresentante del Comitato Civico Basso Molise per i Beni Comuni, Annarita de Notaris e il portavoce in consiglio regionale del M5S, Andrea Greco.