Larino, Fiera di Ottobre per il Germoglio “una montagna che ha partorito un topolino”

Dal gruppo politico “il Germoglio” riceviamo e pubblichiamo.

La Fiera di Ottobre 2019 è stata caratterizzata dalle poche presenze, sia a livello di espositori che di visitatori. Basti pensare che molti stand erano occupati da associazioni. Ma non meraviglia questo, perché l’evento non è stato definito con una programmazione a lungo termine e non ha avuto il giusto risalto, a fronte di una pubblicità tardiva e poco attraente.

La cosa che lascia perplessi è che per la kermesse sono stati investiti tanti soldi “pubblici”, che, dunque, avrebbero dovuto sortire risultati a dir poco esplosivi. Andando per ordine, come si può leggere dalla Determinazione N.85 del 19-09-2019, il servizio di organizzazione e allestimento della manifestazione è stato affidato alla ditta GSM SERVIZI SRLS/PUBBLICONCERT SRL di Jelsi, per la cifra di euro 48.617, 00, IVA inclusa. Una somma ingente, alla quale, però, bisogna aggiungere ulteriori 4.562,00 euro, perché, come recita la Determina nr. 100 del 09-10-2019, “Data l’urgenza è stata richiesta per le vie brevi, la disponibilità alla ditta GSM SERVIZI SRL, per il noleggio arredamento e utensili, necessari per le manifestazioni previste in occasione della Fiera di Ottobre”.

A prescindere dall’urgenza, che è un fatto assurdo, dato che la Fiera rappresenta una manifestazione radicata nel nostro territorio, quindi più che prevedibile, in effetti, per lo show cooking e per la dimostrazione di cake design, è stato affittato tutto l’occorrente: dagli utensili, al tavolo in acciaio, alle sedie, circa trenta, varie ed eventuali. Ora, è bastato chiedere, per ottenere informazioni tali da portarci a dichiarare che questi soldini, almeno in parte, potevano essere risparmiati. Per esempio, di sedie, dello stesso tipo di quelle noleggiate, il Comune è pieno e potevano essere tranquillamente impiegate per i vari eventi in programma, che, tra l’altro, non sono andati in scena per tutti e cinque i giorni. Ma non è tutto. Molti utensili potevano essere acquistati, anche con una spesa inferiore, in modo da poter essere riutilizzati, visto che ormai gli show cooking sono un tratto distintivo di questa Amministrazione; vedi la Mediterranea e forse anche qualche altro evento imminente. E ancora, dalla Determina Nr. 97 del 08-10-2019, si evince che sono stati spesi ulteriori euro 300,00 per lo chef che ha condotto lo show cooking, senza che poi i piatti preparati siano stati degustati, a cui vanno aggiunti altri euro 240,00 per la cake designer. Tra l’altro, come da delibera Nr.1038 del 08-10-2019, per la pulizia delle varie aree, è stata impegnata la somma di euro 3.110,00; servizio svolto dalla Ditta Servizi Innovativi srl di Ripalimosani, motivando l’affidamento con il fatto che il Comune non ha a disposizione personale da impiegare in tali mansioni. Non era meglio affidare la pulizia delle varie aree a due persone del posto, magari disoccupate? Si sarebbe speso anche meno. Comunque, tralasciando le altre spese, a partire da quella di sfalcio e potatura del verde, fino ad arrivare a quelle inerenti concerti e intrattenimenti vari, per una Fiera, le cui molteplici iniziative avevano “lo scopo principale di far confluire nel territorio larinese un notevole numero di persone”, e che è anche rientrata, in virtù di vari progetti in essa inseriti, nel Bando “Turismo è Cultura”, sembra proprio che siano stati spesi davvero troppi soldi, visti gli scarsi risultati. Il “buon senso del padre di famiglia” resta sempre un principio valido, che, se onorato, invita a impiegare le risorse in maniera oculata, visto anche che gli attuali amministratori, Sindaco in primis, si stanno “distinguendo” per la grande capacità di far confluire soldi nella nostra Città. Dunque, a fronte di un tale sforzo, ci dovrebbe essere anche una gestione virtuosa.  Ora, sarebbe d’uopo che l’Amministrazione, con la massima trasparenza, mostrasse pubblicamente il preventivo di tutte le suddette spese e le relative fatture. Intanto, a tutti i cittadini comunichiamo che li aggiorneremo con la quantificazione della spesa complessiva.