Larino, anche oggi il teatrino è servito

Da un cittadino riceviamo e pubblichiamo

L’assessore all’urbanistica, Nicola Giardino, ha comunicato che domani (29.06.2020) dopo 40 anni inizieranno i lavori di espansione della rete di distribuzione del gas metano e che l’ampliamento è dovuto alle numerose, continue e legittime richieste da parte dei cittadini finora esclusi dal servizio. La società 2i rete Gas avrebbe individuato le zone di espansione per convenienza rispetto al rapporto lunghezza tratta/potenziali utenti. I potenziali utenti sarebbero circa 30.

Appena pubblicata la comunicazione, qualche cittadino si è lamentato, su Facebook, che la sua zona non era interessata dall’ampliamento pur essendo la stessa interessata da diversi anni e con un maggior numero di potenziali utenti. La lamentela riguardava anche il fatto che guarda caso la nuova rete arrivava sino all’abitazione del Sindaco di Larino.

Il Sindaco non negava il fatto ma informava il cittadino che la propria abitazione non aveva bisogno del gas perché dotata di impianto fotovoltaico e che la zona dove risiedeva il lamentante non era stata ritenuta conveniente per il gestore.

Dove vive il Sindaco? In una zona dove risiedono molti potenziali clienti? L’abitazione del Sindaco con il fotovoltaico esclude l’utilizzo del gas e quindi è poco conveniente come da egli dichiarato?

Mah.