);

Italia ultima in Europa per tasso di natalità

L’Italia, nel 2018, è stato il Paese Ue con il tasso di natalità più basso (il 7,3 per mille). E’ quanto evidenzia Eurostat nella nota di commento ai dati sulla popolazione nei 28 Stati membri dove complessivamente lo scorso anno, per la seconda volta consecutiva, il numero dei morti ha superato quello delle nascite (5,3 milioni contro 5 milioni). Se tra il primo gennaio 2018 e il primo gennaio 2019 la popolazione totale Ue è salita da 512,4 a 513,5 milioni, osserva Eurostat, è stato solo grazie all’immigrazione.

fonte ANSA

Costruire uno spazio comune in Europa, attivisti in assemblea a Napoli il 30 giugno

Incuriosirsi, incontrarsi, scambiarsi esperienze ed idee per ricercare il modo di agire INSIEME!
La diversità è ricchezza se usata per cooperare e costruire.
Siamo attivisti, ecologisti, antifascisti, donne e uomini impegnate/i nella società, quella parte di cittadinanza attiva che ha lottato e lotta per la Sanità e la Scuola pubblica, per l’accoglienza dei migranti sul modello Riace, per la difesa dei Beni Comuni, ad iniziare dall’acqua, per il diritto alla Vita Indipendente delle persone disabili, per difendere l’ambiente ed il paesaggio dalle produzioni inquinanti, dalle devastazioni delle “Grandi Opere” e “Grandi Eventi”.


Per attuare la nostra Costituzione!
Siamo attiviste/i che si rivolgono ad attiviste/i incontrati in questi anni di speranza e di lotte, per farci carico dell’insieme dei problemi, consapevoli che sono tutti strettamente correlati fra loro.
Abbiamo partecipato a tutti i tentativi di aggregazione tra associazioni, comitati,movimenti e forze politiche per provare a condividere uno “spazio politico comune” e incidere su questa realtà inaccettabile e costruire un’alternativa possibile.
Purtroppo anche le ultime tornate elettorali ci hanno visto dispersi e irrilevanti, con tutti i rischi che la mancanza di una rappresentanza istituzionale dei bisogni del popolo porta con sè.

Il neo liberismo selvaggio dei governi degli ultimi 25 anni ed ora del sovranismo reazionario di quello attuale non possono vederci inermi ed indifferenti!
Non intendiamo indicare limiti, tatticismi ed errori, che ci hanno condotto in questa situazione, nella consapevolezza che le responsabilità sono diffuse e condivise.
Sappiamo che ci sono tante Persone come noi capaci di guardare alla bellezza di una società ‘altra’ e possibile, pronte ad impegnarsi per realizzarla.
E’ tempo di incontrarci!
E’ tempo di ridare luce e speranza alle nostre città e ai nostri territori!
E’ tempo di costruire uno spazio politico comune creando liste nelle competizioni elettorali sia locali che nazionali!
E’ tempo di costruire un’Europa delle opportunità e della solidarietà!
E’ tempo di dare centralità ai diritti sociali e civili, di ridare dignità alle Persone e ai loro bisogni!
E’ tempo di attuare la nostra Costituzione, realizzare l’Europa solidale idealizzata nella Carta di Ventotene e di applicare i principi enunciati nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.
Non abbiamo “la soluzione in tasca” ma sappiamo che un cambiamento è necessario e urgente ; sappiamo che per realizzarlo occorre unire tutte le molteplici esperienze positive presenti nei territori attualmente isolate e quindi irrilevanti; sappiamo che per riuscirci occorre l’individuazione di un metodo e di un’organizzazione completamente nuovi, che diano protagonismo alle Persone e le rendano parte di una collettività, senza dirigenti e gregari, rappresentanti e rappresentati ma tutte e tutti con pari dignità.

Per questo vi invitiamo e vi aspettiamo il 30 giugno 2019 a Napoli, il luogo è in via di definizione, dalle 10 alle 18
Per conoscerci, ascoltarci e confrontarci, liberi dai vecchi schemi e disposti ad avviare un nuovo cammino comune!
Per costruire insieme un futuro degno di essere vissuto!
Nel ringraziarvi per la vostra attenzione, vi invitiamo a comunicarci la vostra presenza per far parte di questo percorso, dandoci conferma della vostra partecipazione coinvolgendo le Persone a voi vicine che ritenete possano essere interessate.
Inviate una mail di conferma a: mail@primalepersone.eu, indicando nome, cognome, luogo di residenza e, possibilmente, un recapito telefonico.